Paolo Castaldi (1930)

PaoloCastaldiPaolo Castaldi è nato a Milano il 9 settembre 1930.Ha iniziato la frequentazione della musica verso i cinque anni di età, e ha continuato gli studi di pianoforte e composizione piuttosto liberamente fino ai diciotto anni, parallelamente ad altri studi. Dopo la maturità classica (1948), ha seguito per tre anni i corsi di Ingegneria al Politecnico di Milano (fino al 1951). Si è diplomato in Composizione (1956), con il massimo punteggio, e in Direzione d’orchestra (1959) con Giulini e Votto. Prosegue intanto lo studio della musica nelle differenti forme storiche e nei diversi stili per conto proprio, indipendentemente dalle maniere che sembrano imporsi via via come dominanti momentanee sulla scena dell’ “attualità”. Peraltro, non ha mancato di seguire con attenzione le evoluzioni di pensiero e di linguaggio in corso; e ha dedicato agli aspetti teorici e tenico-realizzativi della musica contemporanea cicli di seminari, di conversazioni alla radio, articoli, contributi e saggi (ospitati questi in varie pubblicazioni). Ha frequentato per due anni (1957/58) i corsi dell’Accademia Chigiana di Siena, per la composizione e la direzione d’orchestra. Altri corsi segue e tiene a Dartington (1962) e altrove. Maggiore interesse però dedica in quegli anni alle letture: è particolarmente attratto –oltre che in primo luogo dalle partiture dei grandi maestri- dalla storia della filosofia, specie moderna, e dagli ultimi sviluppi delle matematiche (già incontrati ai corsi di Analisi e Geometria analitica del Politecnico). Ha anche seguito l’evolversi delle poetiche odierne nelle altre arti, la pittura soprattutto e la letteratura critica ad essa dedicata.
Ha seguito i corsi dell’Institut für zeitgenössische Musik di Darmstadt assistendo alle lezioni di Boulez, Ligeti, Stockhausen, Kagel (dal 1960 al 1963); alcune esecuzioni di pezzi suoi hanno avuto luogo nei concerti dello stesso Ente. Dopo queste date, cessa ogni forma di collaborazione, anche in sede divulgativa, con gli esponenti degli indirizzi collaterali a quella “avanguardia” ritenendone in verità esaurita ogni funzione. Persegue invece un approfondimento, quasi in disparte, di motivi e aspetti ulteriori di una propria coerente lingua compositiva. Ha pubblicato studi descrittivi e monografie su opere e concezioni proprie, ed occasionalmente anche su altri autori (ad esempio Strawinsky, l’ultimo Bach o Debussy), come su momenti e problemi particolari del pensiero musicale in genere: tendenzialmente trattandone però da un punto di vista poeticamente, ossia “attivamente”, orientato o offrendone una lettura originalmente mirata all’applicazione nelle prassi attuali. Per un certo numero di partiture ha redatto un parallelo “testo di presentazione” (quasi sistematicamente dal 1962 al 1971) principalmente inteso a fornire un compendio propositivo, piuttosto che esplicativo, della posizione concettuale assunta di volta in volta in connessione con il progetto trattato. Castaldi considera i “linguaggi” da lui impiegati (ultimativamente, da Facsimile, 1962) come riconducibili a un insieme, o a un sistema corrente via via allargato, di convenzioni formalizzate: ossia come una “composizione”, in senso stretto, a sua volta, più propriamente che come un’espressione soggettiva mediata. Ha sempre rifiutato l’interpretazione della sua opera come “dissacratoria”, “neodadaista”, o “divertente”, che viceversa la critica ha creduto di usare con insistenza nei suoi confronti. Ha presentato lavori in rassegne e festival nazionali e internazionali. Altre esecuzioni si sono avute per la radio. Alcune sue composizioni sono state registrate su CD.

IRCAM

Brani eseguiti al Festival Milano Musica

Hammersmith (09 ottobre 1996)
Left (22 ottobre 2007)

Questo sito fa uso dei Cookies per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche.

Continuando a navigare, accetti il loro utilizzo. Per saperne di più

Accetto

Informativa estesa sui Cookies

 

1. Che cosa sono i cookies
I cookies sono piccoli file di testo che vengono trasmessi dai siti web ai dispositivi degli utenti che li visitano, e che vengono ritrasmessi agli stessi siti web in occasione di visite successive. Possono avere caratteristiche diverse ed essere utilizzati per diverse finalità, sia dal titolare del sito web visitato, sia da terze parti. All’interno del presente documento, vengono messe a disposizione dell’utente informazioni sui cookie utilizzati da questo sito, e le indicazioni su come gestire le preferenze di navigazione riguardo ad essi.

2.Cookies utilizzati da questo sito
Questo sito utilizza cookie (tecnici, di navigazione, analitici e di terze parti). Il titolare del sito è Milano Musica - Associazione per la musica contemporanea, con sede in Milano, piazza Luigi di Savoia 24, 20124, P. IVA 10676240152. L’utilizzo di cookie da parte del titolare del sito si inquadra nell’ambito della Informativa al trattamento di dati personali resa ai sensi dell’art. 13, D. Lgs. 196/03.

2.1.Cookie che non richiedono il consenso dell’utente
I cookie tecnici non richiedono la prestazione di consenso da parte dell’utente, perciò vengono installati automaticamente in seguito all’accesso al sito.
•Cookie di statistica utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni in forma aggregata: Viene utilizzato un cookie statistico di prima parte per finalità di indagine statistica sul sito (ad esempio per conteggiare le visite fatte sul sito dal browser dell’utente, o per sapere se l’utente visita il sito per la prima volta o se si tratta di un visitatore di ritorno). Ha una validità di 10 anni.

2.2.Cookie per i quali è richiesto il consenso dell’utente
I cookie diversi da quelli sopra indicati vengono installati o attivati solo a seguito del consenso espresso dell’utente la prima volta che visita il sito. Il consenso può essere espresso in modo generale, selezionando le opzioni di prestazione del consenso contenute all’interno della Informativa Breve sui cookie (o anche proseguendo la navigazione sul sito), oppure può essere negato o fornito in modo selettivo, secondo le indicazioni di seguito riportate.

Cookie gestiti da terze parti
Qui di seguito sono riportati i siti web di terze parti che installano cookie sul dispositivo dell’utente durante la navigazione sul presente sito, unitamente ai link a informative privacy e moduli di consenso per ognuno. La chiusura della presente pagina web non comporta il diniego del consenso.
•Le informazioni relative ai visitatori del sito possono essere utilizzati da terze parti, incluso Google, per mostrare pubblicità del Teatro alla Scala su altri siti. Il Google Tag manager è utilizzato secondo i termini di utilizzo di Google (https://www.google.com/intl/en/policies/terms/), la Google Privacy Policy (https://www.google.com/intl/en/policies/privacy/) e la Google Tag Manager Use Policy (https://www.google.com/analytics/tag-manager/use-policy/). Puoi richiedere la disattivazione dell’utilizzo dei cookies da parte di Google visitando la pagina Google's Ads Settings.
•www.google.it/intl/it/analytics: utilizza cookie analytics al fine di valutare la performance del sito e il traffico effettuato su di esso.
Link a privacy policy: https://support.google.com/analytics/answer/6004245;
Link pagina di descrizione cookie installati: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage;
Link a pagina di download allo strumento che permette la disabilitazione della installazione di tali cookie: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.
•www.youtube.com: utilizza cookie tecnici, e anche di profilazione.
Link a privacy policy: http://www.google.com/policies/technologies/cookies/;
Link pagina di descrizione cookie installati: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage.
www.addthis.com: utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione.
•Link a privacy policy: http://www.addthis.com/privacy
Link a modulo di consenso (opzione “opt-out”): http://addthis.com/privacy/opt-out
•Facebook utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione: https://www.facebook.com/help/cookies
•Pinterest utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione: https://about.pinterest.com/it/privacy-policy
•Twitter https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter

3. Modifica delle impostazioni del browser
È inoltre possibile disabilitare la ricezione dei cookie mediante le impostazioni disponibili presso il browser utilizzato dall’utente. Nella maggior parte dei browser, le impostazioni possono essere modificato secondo il procedimento seguente:
•selezionare la voce “Opzioni” o “Preferenze” nel menu “Strumenti” o “Visualizza” o “Modifica”;
•selezionare la voce “Privacy” o “Protezione” o “Download files” e scegliere le impostazioni preferite.

Qui di seguito vengono riportati i link diretti alla schermata di impostazione cookie, disponibili sui principali browser:

 

Internet Explorer - Google Chrome - Mozilla firefox - Apple Safari

Clicca qui per disabilitare i cookie di Google Analytics