D'UN COMUNE SENTIRE

30° Festival Milano Musica
Percorsi di musica d'oggi 2021
10-31 maggio
22 settembre, 15 ottobre-26 novembre

 

In un “comune sentire”, tutti noi – artisti, appassionati ascoltatori e organizzatori – percepiamo oggi la necessità fonda- mentale dell’arte e della cultura. Il titolo del Festival si ispira al nuovo brano di Georges Aperghis D’un comune sentire, presentato in prima assoluta dopo oltre due anni di straordinario lavoro creativo in continuo dialogo con i musicisti dell’ensemble francese L’Instant Donné. “D’un comune sentire”... estende a tutti gli ascoltatori l’unicità dei rapporti umani e musicali tra gli artisti, nel dialogo con compositori che sanno leggere il mondo con uno scarto immaginativo e critico, ciascuno attraverso il proprio originale linguaggio. Il mondo della musica contemporanea è infatti popolato da tante e diverse voci. Per festeggiare il Trentennale, Milano Musica ne coglie alcune, presentando l’una nei riflessi dell’altra, in un impulso al riconoscimento della differenza e all’attraversamento dei confini.

Il Festival amplia il suo arco temporale, con 13 appuntamenti nel mese di maggio e altrettanti in autunno. In concerti di musica sinfonica, da camera, elettronica e spettacoli di teatro musicale, la programmazione presenta 8 prime esecuzioni assolute e 10 prime in Italia, di cui 3 commissioni e 4 co-commissioni internazionali ad autori di diverse gene- razioni, attivi e riconosciuti a livello internazionale: Georges Aperghis, Daniel D’Adamo, Franco Donatoni, Ivan Fedele, Francesco Filidei, Matteo Franceschini, Georg Friedrich Haas, Evan Johnson, Helmut Lachenmann, Giacomo Manzoni, Misato Mochizuki, Vittorio Montalti, Giorgio Netti, Daniele Roccato, Rebecca Saunders, Francesca Verunelli. Continua la ricerca tra i linguaggi della creatività contemporanea: le nuove proposte si accostano ad alcuni appuntamenti del Festival Caminantes 2020 che non era stato possibile presentare dal vivo per la sospensione delle attività di spettacolo.

L’immaginario umano e artistico di Luigi Nono continua a illuminare la programmazione: Maurizio Pollini è stato lo straordinario interprete e dedicatario di ...sofferte onde serene..... di Nono, in occasione del memorabile concerto al Conservatorio, il 16 maggio, che il grande pianista ha deciso di donare all’Associazione per la commissione di nuove opere.
La proiezione cinematografica di Stalker, all’Auditorium San Fedele, ha ripercorso il legame tra Nono e Andrej Tarkovskij; grazie al progetto in coproduzione con MEET – Digital Culture Center, Paul Sacher Stiftung e Archivio Luigi Nono, sarà possibile esplorare contenuti e percorsi creativi della produzione di Nono grazie anche ad una inedita narrazione transmediale.
Sono appuntamenti “Caminantes” il concerto del Quatuor Diotima, con la prima esecuzione in Italia di Flowers#3 (dripping) di Francesca Verunelli accostato a Fragmente-Stille, an Diotima di Nono, e di mdi ensemble, a BASE Milano, con la prima esecuzione assoluta del Ciclo dell’assedio di Giorgio Netti nella versione integrale.
Una costellazione di concerti da camera scandisce il percorso. All’Auditorium San Fedele il Quartetto Tana ha presentato per la prima volta in Italia due lavori per quartetto d’archi con elettronica: Leading Lines di Ivan Fedele, commissione di Milano Musica e GRAME di Lione, e The Lehmann discontinuity di Daniel D’Adamo. Il violoncellista Michele Marco Rossi in Santeria Toscana 31 è stato protagonista di un recital solistico con brani di Georges Aperghis, Filippo Perocco, Jonathan Harvey, Enno Poppe e, in prima assoluta, Vittorio Montalti.

La visione della musica come fenomeno vivo e in costante rinnovamento, connaturata alla lezione di Claudio Abbado, è oggi ancor più rilevante e ci spinge a ritrovarci insieme per costruirne il futuro: al centro del percorso, il Convegno internazionale Ascoltare il futuro. Claudio Abbado e il Nuovo in programma il 15 e 16 ottobre, realizzato insieme alla Fondazione Claudio Abbado e al Teatro alla Scala.

In autunno l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai e laVerdi tornano protagoniste al Teatro alla Scala, in programmi che intrecciano storia e futuri del Festival. È dal vivo, per la prima volta, il concerto presentato lo scorso novembre in live streaming e diretta radiofonica da Rai Cultura: guidata da Tito Ceccherini, l’OSN Rai esegue Tre quadri, nuovo concerto per pianoforte e orchestra di Francesco Filidei, co-commissione di Milano Musica, con Maurizio Baglini al pianoforte, e In Cauda III di Franco Donatoni. Quasi in forma di prologo, il recital pianistico di Maurizio Baglini ha presentato in maggio la Berceuse ripresa da Filidei nel secondo movimento di Tre Quadri, accostandola ad Azio Corghi e a Domenico Scarlatti. L’ornitologia musicale risuona nello stesso concerto sinfonico con Le chant du rossignol di Stravinskij e Un sourire di Messiaen, in eco con il monumentale ciclo pianistico Catalogue d’oiseaux dello stesso Messiaen già presentato da Ciro Longobardi.
Secondo concerto scaligero dell’OSN Rai, diretta questa volta da Gergely Madaras, per la prima esecuzione assoluta di Schuld di Giacomo Manzoni, commissione di Milano Musica, Staub di Helmut Lachenmann in prima esecuzione italiana, in dialogo con le Variazioni op. 31 di Schönberg. Il percorso torna alla musica da camera con Il mare azzurro... ritraendosi dello stesso Manzoni in prima esecuzione dal vivo, Luigi Nono, Lorenzo Troiani e Franco Donatoni con mdi ensemble al Teatro Elfo Puccini.
Quasi a specchio, due prime esecuzioni di Rebecca Saunders: con laVerdi protagonista al Teatro alla Scala di To An Utterance per pianoforte e orchestra, con Nicolas Hodges solista, accanto a brani sinfonici di Wolfgang Rihm e Benjamin Britten, e con il Trio Accanto al Piccolo Teatro Studio Melato per la prima esecuzione assoluta della nuova versione di That time per sassofono, pianoforte e percussioni, accanto a prime in Italia di lavori di Misato Mochizuki, Evan Johnson e Georg Friedrich Haas.
Al Teatro Elfo Puccini Ludus Gravis, inusuale ensemble di otto contrabbassi, porta ad altre scoperte: Daniele Roccato, in prima assoluta, Filippo Perocco, Stefano Scodanibbio, Sofija Gubajdulina, a ritroso verso Composition n. 2 “Dies Irae” di Galina Ustvol’skaja.

Incorniciano il Festival inedite sperimentazioni di teatro musicale e di interazione tra musica e video: Instrumental freak show. A manifesto on diversity di Giovanni Verrando, coraggiosa ricerca sul tema della diversità, al Teatro Elfo Puccini; Flu水o, a partire da Mare Nostrum di Mauricio Kagel, in Pirelli HangarBicocca, e la performance audiovisiva ideata da Matteo Franceschini e 1024 Architecture nei nuovi spazi immersivi di MEET Digital Culture Center, con cui si inaugura quest’anno una rilevante collaborazione.
Nel Trentennale, la programmazione riunisce tutte le istituzioni pubbliche e private che negli anni hanno lavorato insieme per fare cultura e apre a scenari futuri. Ancora una volta, la città si riunisce in un festival per ascoltare il presente.

 

COMMISSIONI E PRIME ESECUZIONI

 


 

Scarica la brochure del Festival

 


 

Questo sito fa uso dei Cookies per il funzionamento della piattaforma e per le statistiche.

Continuando a navigare, accetti il loro utilizzo. Per saperne di più

Accetto

Informativa estesa sui Cookies

 

1. Che cosa sono i cookies
I cookies sono piccoli file di testo che vengono trasmessi dai siti web ai dispositivi degli utenti che li visitano, e che vengono ritrasmessi agli stessi siti web in occasione di visite successive. Possono avere caratteristiche diverse ed essere utilizzati per diverse finalità, sia dal titolare del sito web visitato, sia da terze parti. All’interno del presente documento, vengono messe a disposizione dell’utente informazioni sui cookie utilizzati da questo sito, e le indicazioni su come gestire le preferenze di navigazione riguardo ad essi.

2.Cookies utilizzati da questo sito
Questo sito utilizza cookie (tecnici, di navigazione, analitici e di terze parti). Il titolare del sito è Milano Musica - Associazione per la musica contemporanea, con sede in Milano, piazza Luigi di Savoia 24, 20124, P. IVA 10676240152. L’utilizzo di cookie da parte del titolare del sito si inquadra nell’ambito della Informativa al trattamento di dati personali resa ai sensi dell’art. 13, D. Lgs. 196/03.

2.1.Cookie che non richiedono il consenso dell’utente
I cookie tecnici non richiedono la prestazione di consenso da parte dell’utente, perciò vengono installati automaticamente in seguito all’accesso al sito.
•Cookie di statistica utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni in forma aggregata: Viene utilizzato un cookie statistico di prima parte per finalità di indagine statistica sul sito (ad esempio per conteggiare le visite fatte sul sito dal browser dell’utente, o per sapere se l’utente visita il sito per la prima volta o se si tratta di un visitatore di ritorno). Ha una validità di 10 anni.

2.2.Cookie per i quali è richiesto il consenso dell’utente
I cookie diversi da quelli sopra indicati vengono installati o attivati solo a seguito del consenso espresso dell’utente la prima volta che visita il sito. Il consenso può essere espresso in modo generale, selezionando le opzioni di prestazione del consenso contenute all’interno della Informativa Breve sui cookie (o anche proseguendo la navigazione sul sito), oppure può essere negato o fornito in modo selettivo, secondo le indicazioni di seguito riportate.

Cookie gestiti da terze parti
Qui di seguito sono riportati i siti web di terze parti che installano cookie sul dispositivo dell’utente durante la navigazione sul presente sito, unitamente ai link a informative privacy e moduli di consenso per ognuno. La chiusura della presente pagina web non comporta il diniego del consenso.
•Le informazioni relative ai visitatori del sito possono essere utilizzati da terze parti, incluso Google, per mostrare pubblicità del Teatro alla Scala su altri siti. Il Google Tag manager è utilizzato secondo i termini di utilizzo di Google (https://www.google.com/intl/en/policies/terms/), la Google Privacy Policy (https://www.google.com/intl/en/policies/privacy/) e la Google Tag Manager Use Policy (https://www.google.com/analytics/tag-manager/use-policy/). Puoi richiedere la disattivazione dell’utilizzo dei cookies da parte di Google visitando la pagina Google's Ads Settings.
•www.google.it/intl/it/analytics: utilizza cookie analytics al fine di valutare la performance del sito e il traffico effettuato su di esso.
Link a privacy policy: https://support.google.com/analytics/answer/6004245;
Link pagina di descrizione cookie installati: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage;
Link a pagina di download allo strumento che permette la disabilitazione della installazione di tali cookie: https://tools.google.com/dlpage/gaoptout.
•www.youtube.com: utilizza cookie tecnici, e anche di profilazione.
Link a privacy policy: http://www.google.com/policies/technologies/cookies/;
Link pagina di descrizione cookie installati: https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage.
www.addthis.com: utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione.
•Link a privacy policy: http://www.addthis.com/privacy
Link a modulo di consenso (opzione “opt-out”): http://addthis.com/privacy/opt-out
•Facebook utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione: https://www.facebook.com/help/cookies
•Pinterest utilizza cookie tecnici (al fine di consentire la condivisione di contenuti sui social network), e anche di profilazione: https://about.pinterest.com/it/privacy-policy
•Twitter https://support.twitter.com/articles/20170519-uso-dei-cookie-e-di-altre-tecnologie-simili-da-parte-di-twitter

3. Modifica delle impostazioni del browser
È inoltre possibile disabilitare la ricezione dei cookie mediante le impostazioni disponibili presso il browser utilizzato dall’utente. Nella maggior parte dei browser, le impostazioni possono essere modificato secondo il procedimento seguente:
•selezionare la voce “Opzioni” o “Preferenze” nel menu “Strumenti” o “Visualizza” o “Modifica”;
•selezionare la voce “Privacy” o “Protezione” o “Download files” e scegliere le impostazioni preferite.

Qui di seguito vengono riportati i link diretti alla schermata di impostazione cookie, disponibili sui principali browser:

 

Internet Explorer - Google Chrome - Mozilla firefox - Apple Safari

Clicca qui per disabilitare i cookie di Google Analytics